info@valseriananews.it
Valseriana News > BERGAMO > Bergamo, la prima fiera digitale al tempo del Covid
BERGAMO, EVENTI

Bergamo, la prima fiera digitale al tempo del Covid

Presentata a Bergamo la prima fiera digitale al tempo del Covid. Appuntamento sul web da giovedì 24 a domenica 27 settembre 2020 con Agri travel & Slow travel expo.

Ente Fiera Promoberg debutta nel mondo delle fiere digitali. L’appuntamento è sul web da giovedì 24 a domenica 27 settembre 2020 con Agri travel & Slow travel expo (AT&ST) – Fiera dei Territori. Dopo cinque edizioni nella versione tradizionale andate in scena dal 2015 alla Fiera di Bergamo, l’ente orobico che dal 1985 è protagonista nel settore fieristico italiano sceglie la manifestazione internazionale dedicata al turismo lento, sostenibile e green per aprire nuove strade anche nel mondo del 3D, confermando la sua propensione a sviluppare progetti specializzati e innovativi. 

Per partecipare (gratuitamente) alla prima fiera in 3D di Promoberg basta un pc e collegarsi in internet al seguente link:  https://www.agritravelexpovirtual.it.

La nuova manifestazione digitale è stata presentata nella tarda mattina di martedì 23 settembre presso la sala Giunta della Camera di Commercio di Bergamo, seguendo scrupolosamente le normative anti Covid. Dopo gli onori di casa e l’intervento di Maria Paola Esposito, Segretario generale della Camera di Commercio Bergamo, sono intervenuti Fabio Sannino, Presidente di Ente Fiera Promoberg; Lara Magoni, Assessore al Turismo, marketing territoriale e moda di Regione Lombardia; Giovanni Sanga, Presidente di Sacbo, società che gestisce l’aeroporto di Milano Bergamo; Stefania Pendezza, Project manager di AT&ST Fiera dei territori; Alessandra Pitocchi, Responsabile Comunicazione di VisitBergamo; Raffaella Castagnini, Responsabile Servizio promozione e sviluppo economia locale della Camera di Commercio di Bergamo. In collegamento dalla Spagna è intervenuto in diretta Ehrlich  Klaus, Segretario generale di Eurogites, associazione che raggruppa 28 organizzazioni professionali di turismo rurale ed esperienziale provenienti da 24 paesi europei; Giorgio Palmucci, Presidente di Enit, l’Agenzia nazionale italiana del turismo, ha invece inviato un significativo videomessaggio.

I numeri della prima edizione digitale

La project manager Stefania Pendezza ha illustrato i numeri della prima edizione virtuale. “Sono circa 90 gli espositori diretti presenti e 30 quelli rappresentati – ha spiegato Pendezza -. Il 53% italiani, 22,5% Europa, 24,5% Mondo. La truppa più numerosa è quella lombarda (31 espositori), tra cui svetta Bergamo, con 18 realtà. L’Europa è rappresentata anche da un’associazioni storica, EUROGITES (rappresenta 28 organizzazioni professionali di turismo rurale ed esperienziale provenienti da 24 paesi europei) partner sin dalla prima edizione. Girando per il mondo, troviamo rappresentati i paesi quali Etiopia, Zanzibar, Zimbabwe, Egitto, Iran, Mongolia, Uzbekistan, Vietnam, Giappone, Perù, Turchia, Armenia. In tema di business – ha proseguito Pendezza – domanda e offerta si incroceranno particolarmente nella giornata di venerdì 25 settembre, quando workshop tra buyers e sellers genereranno oltre 800 incontri tramite videochat. AT&ST presenta un ricco programma di conferenze e seminari (circa una trentina),affronteranno tematiche legate alla sostenibilità, alla turismo slow con particolare riferimento all’enogastronomia, al cicloturismo e all’accessibilità”. Pendenza ha poi sottolineato il “focus di respiro internazionale riservato ai temi dell’AGENDA 2030, alla MOBILITA’ COMBINATA e agli scenari del TURISMO POST-COVID. Grande attesa anche per i numerosi workshop dedicati alla montagna, al cicloturismo, alla filiera del viaggio, ai cammini, al teatro sostenibile e all’evento LE TERRE DEI BASCHENIS, un affascinante viaggio storico-culturale per conoscere le vicende della famiglia di frescanti che hanno lasciato opere immense nelle antiche valli Averara e Stabina”. 

60 eventi di intrattenimento

A ciò si aggiungono oltre 60 eventi live d’intrattenimento per il grande pubblico: balli e rappresentazioni di folclore italiano, ricette e show cooking nazionali e internazionali, presentazioni di destinazioni turistiche e prodotti agroalimentari, rappresentazioni delle diverse culture come quella giapponese con la cerimonia del tè e la scrittura giapponese, e molto altro ancora, realizzati grazie ai contributi innovativi creati e promossi da espositori e partner.

Due aree distinte

Il nuovo format digitale presenta due aree distinte: la prima (Agri & slow travel expo) aperta da giovedì 24 settembre è riservata agli operatori e agli appassionati del settore ai quali viene offerta la partecipazione a un ricco programma di conferenze e workshop e l’inserimento nella fitta agenda di incontri B2B, da sempre generatrice di proficui scambi e confronti; la seconda area digitale (Fiera dei Territori, aperta anch’essa da giovedì; non si potrà accedere all’area riservata agli incontri tra operatori professionali) è pensata invece per il grande pubblico, che, grazie ad un programma ricchissimo di eventi (anche live) potrà apprezzare appieno le risorse e le opportunità di una nuova cultura legata al turismo, fatta di ricerca di percorsi autentici ed emozionali che sempre più manifestano forti legami con concetti quali una maggiore qualità della vita, sostenibilità e ambiente. In entrambi i casi l’ingresso alla fiera digitale è gratuito.

Tra i tanti eventi in programma da annotarsi in agenda, meglio non prendere impegni per domenica 27 settembre, Giornata Mondiale del Turismo, che AT&ST celebrerà con eventi online da tutto il mondo! 

Ogni persona (operatore o visitatore) potrà esplorare, attraverso la guida di un avatar, i tanti stand virtuali allestiti nei minimi dettagli da espositori italiani e stranieri provenienti da quattro continenti. 

La versione virtuale si propone di potenziare ulteriormente le positive esperienze delle passate edizioni, con un focus sulla necessità primaria di promuovere il territorio in una prospettiva d’insieme: l’obiettivo concreto è quello di mettere a sistema modalità innovative per mezzo delle quali turismo e sostenibilità possano unire risorse e obiettivi, per tentare di raggiungere risultati significativi per tutti gli attori che si muovono nelle aree imprenditoriali di riferimento. 

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Un anno senza Marzia e Stefano Mecca, a Fiorano una...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!