info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Stop al calcio dilettantistico fino al 7 febbraio 2021: il commento di alcuni presidenti delle società seriane
Cronaca, Sport Val Seriana

Stop al calcio dilettantistico fino al 7 febbraio 2021: il commento di alcuni presidenti delle società seriane

Stop al calcio dilettantistico: la data ipotetica per la ripresa dei campionati è fissata per il 7 febbraio 2021. La stop è arrivato dopo solo tre giornate di campionato, nonostante gli sforzi delle varie società per poter ripartire in sicurezza.

Stop al calcio dilettantistico, dalla Terza Categoria all’Eccellenza, fino al 2021. La data ipotizzata per la ripresa dei campionati, al momento, sarebbe quella di domenica 7 febbraio. Le competizioni, dopo il lockdown di marzo, erano riprese a fine settembre ma, dopo solo tre giornate di campionato, ecco un nuovo stop. L’amarezza è tanta visto il notevole sforzo compiuto dalle società nei mesi estivi per poter ripartire in sicurezza.

Il commento di alcuni presidenti

“Dopo tre turni – afferma Luigi Baronchelli, presidente del Villa d’Ogna (società di Prima Categoria) – siamo già fermi; a questo punto penso che si poteva anche evitare di iniziare il campionato. Ci eravamo impegnati molto facendo diverse spese per sanificare e rendere tutto a norma ed ecco un nuovo stop”.

Le fa eco anche il presidente Carmelo Canali, al timone della sua Gandinese militante in Seconda Categoria: “Nel corso dell’estate abbiamo fatto diversi investimenti, anche grazie ai nostri sponsor, per essere completamente in regola con sanificazione e cartelli. A mio avviso, era più logico non far partire i campionati. Al momento siamo fermi anche con gli allenamenti. La data ipotetica della ripartenza è quella del 7 febbraio: ci auguriamo di poter svolgere le sedute di allenamento almeno a dicembre per essere così preparati atleticamente a ripartire”.

In Alta Valle Seriana il Rovetta, società di seconda Categoria guidata dal presidente Cristian Barzasi, ha invece deciso di proseguire con gli allenamenti individuali seguendo ovviamente tutte le normative di sicurezza del Dpcm.

“Una scelta – spiega Barzasi – per permettere ai ragazzi, soprattutto ai più giovani, di avere uno svago. Stiamo mettendo tutt’ora in campo investimenti economici e di personale per avere la possibilità di svolgere questi allenamenti individuali in piena sicurezza e nel totale rispetto delle norme. Per quanto riguarda lo stop dei campionati fino al 7 febbraio sono d’accordo, era doveroso: la situazione purtroppo è questa ed è inutile sperare. Sin dal mese di agosto io ero dell’idea che sarebbe stato meglio fermare tutto”.

Gioia Masseroli

Tutti i diritti riservati©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Martedì 27 ottobre, dopo il primo giorno di ritorno della...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!