info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Spesa in zona rossa: quando è consentita in un altro comune
Cronaca

Spesa in zona rossa: quando è consentita in un altro comune

E’ una delle domande più gettonate dopo l’entrata in vigore dell’ultimo Dpcm e dopo che la Lombardia è stata dichiarata zona rossa: posso fare la spesa in un comune diverso da quello in cui abito? Vediamo i chiarimenti fortini dal Governo, utili soprattutto per chi abita in territori di montagna isolati o con meno servizi […]

E’ una delle domande più gettonate dopo l’entrata in vigore dell’ultimo Dpcm e dopo che la Lombardia è stata dichiarata zona rossa: posso fare la spesa in un comune diverso da quello in cui abito? Vediamo i chiarimenti fortini dal Governo, utili soprattutto per chi abita in territori di montagna isolati o con meno servizi rispetto ai centri urbani.

Spesa in zona rossa

In linea di massima nella zona rossa contemplata dall’ultima ordinanza del Ministro Speranza, gli spostamenti verso Comuni diversi da quello in cui si abita, sono vietati. Ciò salvo che per specifiche esigenze o necessità. Fare la spesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti. Ciò premesso se nel proprio comune non si dispone di punti vendita, oppure se nel comune vicino al proprio si presenta una disponibilità, anche di maggiore convenienza economica, lo spostamento è consentito, entro tali limiti, che dovranno essere autocertificati.

Si può uscire per acquistare beni diversi da quelli alimentari?

Sì, ma solo per acquistare prodotti rientranti nelle categorie espressamente previste dal Dpcm 3 novembre 2020, la cui lista è disponibile nell’allegato 23.

Posso usare l’automobile con persone non conviventi?

Sì, purché siano rispettate le stesse misure di precauzione previste per il trasporto non di linea: ossia con la presenza del solo conducente nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina.

Sono possibili gli spostamenti intercomunali per raggiungere gli esercizi autorizzati in base all’allegato 23 del dpcm del 03/11/2020 o per i servizi alla persona?

Si ritiene ammissibile la mobilità ultracomunale o nel caso in cui sul proprio territorio comunale non vi sia un’adeguata offerta di tali servizi, oppure nel caso in cui la distanza sia minima, nel senso di contiguità riferita al comune di residenza.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Parrucchiere in un altro comune? Sì ma solo nel comune...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!