info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Il design made in Italy di Comelit fa incetta di premi
Cronaca

Il design made in Italy di Comelit fa incetta di premi

German Design Award, Design Plus Award, Compasso d’Oro: il design made in Italy conquista i più importanti premi del panorama nazionale e internazionale

Una menzione d’onore, un primo premio e una menzione speciale rappresentano il risultato di Comelit ai più importanti premi di design. Questi vengono assegnati unicamente ai progetti in grado di distinguersi per il contributo pionieristico dato al panorama del design internazionale.  A giocare un ruolo da protagonista nella famiglia Comelit sono stati la centrale antintrusione wireless Secur Hub, il rivelatore di fumodella nuova gamma Fire, novità del 2021, e l’innovativa pulsantiera modulare Ultra, appena lanciata sul mercato.

Comelit, premi condivisi con tutte le persone del Gruppo

“Siamo davvero orgogliosi di aver ricevuto questi prestigiosi riconoscimenti – afferma Bruno Pellegrini, direttore Marketing di Comelit – frutto della perspicacia e della dedizione di un’azienda che ha fatto del design uno dei pilastri su cui poggia. Abbiamo ripensato il modo in cui normalmente questi oggetti vengono concepiti e ciò è stato ampiamente riconosciuto. Questi premi che non possono che essere condivisi con tutte le persone del Gruppo Comelit”

Grazie alla costante ricerca di novità, sia in termini di funzionalità sia in termini di bellezza, Comelit ha ottenuto un altro importante riconoscimento per la centrale antintrusione wireless Secur Hub. Dopo aver già ricevuto il “Design Plus” del 2018 infatti, Secur Hub è stata premiata anche con la Menzione d’Onore del Premio Compasso d’Oro ADI 2020, il più antico ma soprattutto il più autorevole premio di design al mondo. “Un premio prestigioso, che ci rende molto orgogliosi – racconta Guido Gatti, Responsabile Sviluppo Meccanico Comelit –. A curare il design è stato come sempre lo studio Habits di Milano”.

La storia dell’azienda, con sede in Val Seriana

Una serie di risultati che dà grande lustro all’azienda con sede a San Lorenzo di Rovetta, a testimonianza della continua ricerca di Comelit in termini di innovazione tecnologica ma anche estetica. Obiettivo? Imporsi con sempre maggiore forza quale punto di riferimento per tutto il settore della sicurezza e dello smart building.

“L’aver portato a termine progetti così importanti – ricorda ancora Guido Gatti – durante la pandemia che ha colpito questo 2020, per un’azienda bergamasca sita in una delle zone più colpite da questa situazione potrebbe sembrare una cosa straordinaria ma per noi di Comelit è stata invece una grande conferma della solidità dell’azienda e delle persone che ci lavorano. Comelit è capace di dare a tutti noi quella motivazione in più a fare ancora meglio. Il nostro è un gruppo coeso, forte, che crede profondamente in ciò che fa e questa consapevolezza si trasmette a tutti i livelli. La continua ricerca di qualità in Comelit è insita all’interno del gruppo: un’esigenza ad eccellere che semplicemente fa parte del nostro DNA”.

Fondata nel 1956, Comelit Group S.p.A. progetta e realizza sistemi di videocitofonia, antintrusione, videosorveglianza, domotica, rivelazione incendi e controllo accessi. Mantiene il proprio headquarter a San Lorenzo di Rovetta (BG), denotando un profondo legame con il territorio della Val Seriana. A ciò si si affiancano una forte vocazione internazionale e una visione globale delle esigenze dei diversi mercati. 17 sono infatti le filiali estere e le esportazioni avvengono in oltre 70 Paesi. Il Gruppo, che alla fine del 2019 ha superato i 130 milioni di Euro di fatturato, conta oggi più di 700 dipendenti. 

Tutti i diritti riservati ©

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
"Come stanno le donne al lavoro?". La Cisl Bergamo celebra...