info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cultura > Aria di novità per la scuola primaria di Peia: open-day online il 12 dicembre
Cultura, PEIA Val Gandino

Aria di novità per la scuola primaria di Peia: open-day online il 12 dicembre

La scuola primaria di Peia diventa sempre più tecnologica: grazie ad un bando sono stati acquistati 55 tablet per gli alunni. Diverse le novità in vista. Per sabato 12 dicembre, alle 10, è in programma un open-day online.

Novità in vista per la scuola primaria di Peia che diventa sempre più all’avanguardia e tecnologica. “La scuola – spiega Lucia Ricuperati, una dei rappresentati dei genitori – rappresenta il centro della vita del paese, soprattutto in un paese piccolo come Peia. È quindi giusto promuovere le attività scolastiche e di conseguenza il territorio”.

La prima importante novità riguarda l’acquisto di 55 tablet per le classi prime: “In primavera – prosegue Lucia – la scuola ha partecipato a questo bando e, successivamente, abbiamo ottenuto il finanziamento. Con i fondi abbiamo acquistato questi tablet per promuovere la didattica con i dispositivi tecnologici. Un’altra importate novità riguarda l’introduzione del metodo simultaneo ‘letto scrittura’: questo favorisce l’inclusione e previene l’insorgere di problemi legati all’apprendimento”. Sempre per quanto riguarda la didattica, alla scuola primaria di Peia è stato inserito un approccio metodologico per insegnare i contenuti delle materie principali anche in lingua inglese.

Nuovi banchi modulari anti covid

La scuola si è dotata di nuovi banchi modulari: la loro disposizione rispetta le regole di distanziamento anti covid, ma viene comunque assicurata l’attività cooperativa; i bambini possono interagire tra loro in totale sicurezza.

Sabato 12 dicembre open-day online

Sabato 12 dicembre, alle 10, è in programma un open-day online tramite la piattaforma ‘meet’ per poter conoscere al meglio la scuola, le novità introdotte e il personale addetto ai lavori. “All’interno di questo istituto scolastico – conclude Lucia Ricuperati – il personale opera con grande passione, cuore e sensibilità. Nel periodo del lockdown primaverile, gli insegnanti hanno accompagnato i bimbi con attenzione e interesse”.

Gioia Masseroli

Tutti i diritti riservati©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Aeroporto di Bergamo: al via la procedura per la gestione...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!