info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Il comune di Cerete consegna la benemerenza civica al medico di base Fabrizio Oprandi
CERETE, Cronaca Alta Valle

Il comune di Cerete consegna la benemerenza civica al medico di base Fabrizio Oprandi

Nella mattinata di sabato 19 dicembre, la prima cittadina di Cerete ha consegnato la benemerenza civica al medico di base del paese, Fabrizio Oprandi. È stata inoltre l'occasione per consegnare 11 borse di studio ai giovani studenti meritevoli di Cerete.

Il comune di Cerete assegna la benemerenza civica al medico di base del paese, Fabrizio Oprandi. “La benemerenza civica – spiega la prima cittadina, Cinzia Locatelli – viene assegnata a chi esalta il prestigio della città. Nel 2020 abbiamo affrontato mesi difficili dove la nostra comunità si è trovata ad affrontare un’emergenza e molte persone hanno dovuto combattere contro il covid-19. Tantissimi cittadini hanno superato la malattia grazie al sostegno del medico di famiglia la cui presenza, preparazione e dedizione ha fatto davvero la differenza per molti. La giunta del comune di Cerete ha così deliberato l’assegnazione della prima benemerenza civica del comune che abbiamo il piacere di consegnare al dottor Fabrizio Oprandi”.

La consegna della benemerenza si è svolta nella mattinata di sabato 19 dicembre nella sala consigliare del comune di Cerete. È stata anche l’occasione per consegnare undici borse di studio agli studenti meritevoli del paese: 4 per il diploma di scuola superiore e 7 per le lauree. “Si tratta di un piccolo riconoscimento – commenta Cinzia Locatelli – da parte del comune verso questi ragazzi che sono il nostro futuro. A questi giovani auguro di cogliere l’occasione per diffondere le loro conoscenze e di realizzare i loro sogni. Nel mese di dicembre lo spazio espositivo della biblioteca di Cerete è dedicato al grande musicista Beethoven, un chiaro esempio che con tenacia e coraggio gli obiettivi si possono raggiungere. Oltre a tenacia e coraggio, ci vuole però anche una buona dose di sensibilità verso gli altri”.

Nel corso della mattinata è stato assegnato anche il premio per la prima edizione del concorso “Alice dal Brollo” finanziato da Essenza spa. Alice era una giovane studentessa di Cerete che morì a soli 21 anni sotto le macerie del terremoto a L’Aquila. Il concorso era rivolto ai giovani residenti nel comune di Cerete tra i 14 e i 28 anni: l’obiettivo era quello di distinguersi nel sociale, sport, scuola, studio, cultura e innovazione. Il premio è stato vinto dalla 19enne Elisa Cattaneo, nuotatrice che ha portato a termine l’impresa di attraversare a nuoto il lago d’Iseo per ben 23 chilometri, da Sarnico a Pisogne.

L’incontro si è concluso con il saluto della sindaca ad Enrico Gabrieli, storico collaboratore del comune, che dal primo gennaio sarà in pensione.

Gioia Masseroli

Tutti i diritti riservati©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
L'evento si terrà nel mese di marzo. Saranno presenti partecipanti...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!