info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Pasticceria Trussardi di Clusone: quarant’anni di lavoro e passione
CLUSONE, Cronaca Clusone

Pasticceria Trussardi di Clusone: quarant’anni di lavoro e passione

Dopo quarant'anni di attività, il maestro Pasticcere Adriano Trussardi va in pensione: tante sono le soddisfazioni raccolte nel corso degli anni.

Quarant’anni di lavoro e passione: il maestro Pasticcere Adriano Trussardi, titolare della storica Pasticceria Trussardi di Clusone, va in pensione. Nel corso della sua lunga e ricca carriera non sono certamente mancate le soddisfazioni, come ad esempio il fatto di aver riportato in vita il buonissimo e gustosissimo ‘Biscotto di Clusone’.

La storia della Pasticceria Trussardi di Clusone

“Mi sono appassionato al mondo della pasticceria – spiega il Pasticcere Trussardi – sin da giovanissimo: inizialmente era solo una passione che, ben presto, è diventata anche un lavoro. Mio fratello Felice, nel 1977, aveva aperto una pasticceria a Clusone; nel 1980 lui ha deciso di andare in convento e sono subentrato io. Mio padre Eugenio è stato il mio coadiuvante per diversi anni. Successivamente ho sempre lavorato insieme a mia moglie, Cecilia”.

A Clusone tutti conoscono la storica Pasticceria Trussardi: almeno una volta, tutti i baradelli hanno gustato i deliziosi cannoncini realizzati dal Maestro Trussardi. “Il mio ricordo più bello è legato sicuramente ai numerosi clienti, sia clusonesi che turisti. Vedere la gente che tornava nella mia pasticceria soddisfatta è sempre stato un motivo di orgoglio. Ricordo di persone che si affidavano a me per la realizzazione della torta di un Battesimo e, poi, tornavano contenti anche per altre occasioni, come comunioni e cresime”.

Il Biscotto di Clusone

Adriano Trussardi nel corso della sua carriera ha dato nuovamente vita al tradizionale ‘Biscotto di Clusone’: un simbolo per la cittadina seriana. “L’idea risale al 2001, quando l’allora assessore del comune di Clusone Sergio Giudici, mi contattò dicendo che desiderava dare nuovamente vita al biscotto di Clusone, una specialità del Pasticcere Mantegazza che venne servita ai clienti fino al 1950. Essendo un clusonese doc ho accettato la sfida e ho iniziato a sperimentare la ricetta. Siamo andati fino a Sanremo, dove abitava una figlia di Mantegazza, per farle assaggiare la specialità che è stata subito promossa. Da quel momento in poi, il biscotto di Clusone ha preso nuovamente vita portando il nome di Clusone anche all’estero: sono soddisfatto ed orgoglio di questa esperienza”.

La meritata pensione

Dopo quarant’anni di lavoro, il pasticcere Trussardi ha abbassato la saracinesca della sua pasticceria, in Piazza della Rocca, per godersi la sua meritata pensione: “Il mio più caloroso ringraziamento – conclude Adriano Trussardi – va a tutti i clienti che per anni hanno frequentato il mio negozio. Ringrazio di cuore anche la mia famiglia e, in modo particolare, mia moglie Cecilia che ha condiviso insieme a me tanti anni di lavoro e passione”.

Gioia Masseroli

Tutti i diritti riservati ©

Un Commento

  • Golosone ha detto:

    Buona e meritata pensione signor Trussardi, i suoi dolci pasticcini mi ha tenuto parecchio su il morale (anche un po il Colesterolo sic) per parecchi anni. Come faro io ora senza il suo fantastico biscotto di Clusone…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Turismo, Lara Magoni: "Il settore sta morendo, Roma dichiari subito...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!