info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cultura > “Preghiera per Nembro”, un libro tributo ad una comunità che ha saputo reagire
Cultura, NEMBRO Bassa Valle

“Preghiera per Nembro”, un libro tributo ad una comunità che ha saputo reagire

Si intitola “Preghiera per Nembro” ed è un libro tributo ad una comunità che ha saputo reagire

Un libro che è tributo ad una comunità che ha saputo reagire: è stato presentato lunedì 22 febbraio, presso l’Auditorium Modernissimo di Nembro il libro “Preghiera Per Nembro”, con gli autori Marco Quaranta, fotografo, e Guy Chiappaventi, giornalista e inviato al Tg LA7. Durante la conferenza sono intervenuti: Claudio Cancelli, Sindaco di Nembro; Don Matteo Cella, Curato di Nembro; Enrico Mentana, Giornalista e Direttore Tg LA7; Giuseppe Remuzzi, Direttore Istituto Farmacologico “Mario Negri”; Guido Marinoni, Presidente Ordine dei Medici Bergamo.Il libro è un tributo a Nembro e alla sua collettività, che in un momento di fragilità ha saputo reagire, dimostrando di essere comunità. Una comunità che ha sofferto molto ma che ha fatto della sofferenza la propria forza, rimboccandosi le maniche e mettendosi in gioco.

“Preghiera per Nembro” con foto e parole

Attraverso le parole di Guy Chiappaventi e le fotografie di Marco Quaranta si racconta la storia di un paese, Nembro, che da luogo sconosciuto ha raggiunto una tragica notorietà mondiale, perché divenuto epicentro dell’epidemia. Ma è anche la storia dei suoi volti, della sua comunità, delle persone che ci abitano e ci lavorano, delle loro anime e delle loro emozioni.

Fin dai primi giorni di lockdown, il fotografo Marco Quaranta ha sentito l’esigenza di testimoniare quello che dalla finestra di casa iniziava a vedere. Come Piazza della Libertà, il fulcro del paese, completamente vuota o la Polizia Locale che fermava le persone per sapere dove stessero andando. E ancora i volontari della Protezione Civile che si spostavano nel paese per consegnare viveri e medicinali.

Più le strade erano vuote più comprendeva la necessità di rappresentare soprattutto chi quella situazione la stava vivendo in prima linea: la farmacista, il personale sanitario, la postina, i commercianti, i ragazzi dell’oratorio, la comunità parrocchiale, le autorità, i militari russi, i musicisti e tanti altri ancora. Per non dimenticare quegli sguardi, quei momenti, quei luoghi così tanto conosciuti ma così diversi. E così, dall’incontro con il giornalista Guy Chiappaventi è nato un racconto, la storia di Nembro, un paese che è stato dolore e impegno, lutto e resistenza.

Il libro sarà disponibile a partire da martedì 23 febbraio in tutte le librerie, su prenotazione, e su Amazon.it. Il ricavato andrà interamente devoluto alla RSA di Nembro Onlus, che ad oggi si trova in forte difficoltà.

Le foto del libro in un video

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Un anno dopo a Bergamo nessuna autorità, i legali dei...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!