info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cultura > “Moroni 500”, i Grandi restauri della Fondazione Creberg
Cultura Bergamo

“Moroni 500”, i Grandi restauri della Fondazione Creberg

In occasioni dei 500 anni della nascita del Moroni, Fondazione Credito Bergamasco annuncia 6 nuovi "Grandi Restauri" riguardanti Capolavori del grande artista bergamasco.

Nell’anno del 500° anniversario della nascita di Giovan Battista Moroni, Fondazione Credito Bergamasco annuncia 6 nuovi “Grandi Restauri” riguardanti Capolavori del grande artista bergamasco. Con questi interventi salgono a 16 le opere del Moroni recuperate dalla Fondazione nel corso degli anni: polittici, pale d’altare, opere per la devozione privata. Un totale di 30 dipinti, considerando le singole opere componenti i polittici.

Le sei opere che verranno restaurate

Le sei opere, il cui restauro verrà completato nei prossimi mesi, provengono da chiese delle valli bergamasche, da Bergamo città e dall’ hinterland: 

  • Madonna con il Bambino in trono tra i Santi Vittore e Fidenzio, Gaverina Terme, Chiesa di San Vittore martire;
  • Assunzione di Maria Vergine, Cenate Sopra, Chiesa di San Leone Papa;
  • Crocifisso con i Santi Crisogono, Cristoforo, Francesco d’Assisi e un Santo martire, Seriate, Chiesa del Santissimo Redentore;
  • Assunzione, Palazzago, Chiesa di San Giovanni Battista;
  • Crocifisso tra i Santi Francesco d’Assisi e Antonio da Padova, Bergamo, Cappella della Congregazione delle Suore di Carità ;
  • Crocifisso con i santi Bernardino da Siena e Antonio da Padova, Albino, Chiesa di San Giuliano martire.

La nuova campagna di restauri è rivolta al completamento del pluriennale percorso di recupero e di valorizzazione di Capolavori di Moroni che sfocerà in interventi espositivi e culturali che la Fondazione proporrà nel prossimo autunno in occasione nelle celebrazioni formali del Cinquecentenario.

Verrà infatti proposta una “esposizione diffusa” di tutte le opere moroniane restaurate nel tempo. La mostra, che consentirà di cogliere l’ampiezza di questa attività pluriennale di recupero dedicata al grande artista, toccherà numerosi luoghi d’arte (Sovere, Ranica, Roncola, Fiorano al Serio, Romano di Lombardia, Gaverina Terme, Cenate Sopra, Seriate, Palazzago, Albino, Bergamo) e permetterà ai visitatori di contemplare le opere negli storici siti di appartenenza, che vorranno partecipare alla iniziativa, secondo gli orari e le modalità di apertura al pubblico degli stessi.

Con questo e con altri interventi, Fondazione Creberg partecipa e sostiene, quale partner principale, il progetto di valorizzazione territoriale “MORONI 500. ALBINO 1521 – 2021”. L’iniziativa – promossa dal Comune di Albino e coordinata da PromoSerio – si terrà dal maggio 2021 alla primavera 2022, con una fitta programmazione di eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Per le prossime ore è previsto un peggioramento delle condizioni...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!