info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Albino: triplicate le sanzioni per abbandono rifiuti e mancata pulizia degli escrementi dei cani
Cronaca Albino

Albino: triplicate le sanzioni per abbandono rifiuti e mancata pulizia degli escrementi dei cani

Albino: approvata la modifica al regolamento di polizia locale: l'obiettivo è garantire pulizia e decoro, non solo nel centro storico, ma su tutto il territorio comunale.

Albino: massima attenzione verso l’igiene e il decoro del centro storico e di tutto il territorio comunale. Nel corso della seduta del consiglio comunale di martedì 15 giugno, infatti, è stata approvata una modifica al regolamento di polizia locale. Le sanzioni minime per l’abbandono dei rifiuti e la mancata pulizia degli escrementi dei cani saranno triplicate.

“Una questione sollecitata da diversi mesi – spiega Cristiano Coltura, consigliere comunale e capogruppo della lista civica civicamente Albino -. In comune abbiamo ricevuto numerose segnalazioni, in particolar modo, dai commercianti del nostro centro storico riguardo le condizioni poco decorose del territorio. Le fioriere del centro vengono utilizzate come cestini e vi vengono abbandonati rifiuti vari, come sigarette e mascherine. Anche per quanto riguarda gli escrementi dei cani, purtroppo, non tutti i cittadini sono muniti di appositi sacchetti per rimuoverli dalla strada. La maggior parte dei nostri cittadini rispetta pienamente le regole, ma per colpa di poche persone ci troviamo di fronte a questa situazione”.

Per porre rimedio a questo problema, il consiglio comunale guidato dal primo cittadino Fabio Terzi, ha così deciso di triplicare le sanzioni minime, passando da una multa di 100 euro a 300 euro. Lungo le vie del centro e lungo la via Mazzini sono inoltre già posizionate anche le telecamere di videosorveglianza: “Abbiamo chiesto anche un incremento nei controlli di ordine pubblico. In vista dell’estate sono in programma diversi eventi, come la festa per i 500 anni del Moroni: il paese deve essere ordinato e decoroso in qualsiasi momento. Ci auguriamo che con questa modifica si possa risolvere il problema”.

Gioia Masseroli

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Abuso di alcol sempre più diffuso in bergamasca. Iniziano a...