info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > La Regione punta su EasyJet per portare i francesi in Lombardia
Cronaca

La Regione punta su EasyJet per portare i francesi in Lombardia

Regione Lombardia ha stipulato un accordo con EasyJet per conquistare posizioni sul mercato francese. Interessato anche l'aeroporto di Bergamo

Accordo tra Regione Lombardia e la compagnia aerea EasyJet per conquistare posizioni sul mercato francese. Una collaborazione che prevede la promozione dei nostri territori nell’ambito delle tratte aeree sulla Francia (Bordeaux, Nantes e Parigi) da e verso gli aeroporti di Milano Malpensa, Milano Linate e Milano Bergamo.

“È indispensabile – dice Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda – continuare a investire in comunicazione e promozione. Ciò per mantenere alta sui mercati esteri l’attrattività della destinazione Lombardia, in particolare in un’ottica di prossimità europea di corto medio raggio. Per questo, per rilanciare il turismo internazionale proseguiamo con azioni di comunicazione in collaborazione con i principali vettori aerei internazionali tra i quali EasyJet”.

EasyJet e Regione Lombardia: comunicazione digital congiunta

La collaborazione prevede una pianificazione digital congiunta sui canali social sino a novembre con l’obiettivo di promuovere oltre alla stagione estiva, l’autunno e l’avvio della prossima stagione invernale. “Nella seconda metà dell’anno – spiega l’assessore – prevediamo di far conoscere la destinazione turistica Lombardia anche sulle tratte intercontinentali di lungo raggio. In previsione c’è infatti con una campagna pubblicitaria e pianificazione multicanale sui mezzi delle compagnie più prestigiose sui mercati di interesse”.

“Inoltre, per mantenere un focus di attenzione sui mercati turistici internazionali – conclude Lara Magoni – stiamo consolidando il rapporto di collaborazione con le società di gestione degli aeroporti lombardi, attraverso la sottoscrizione di protocolli d’intesa, per promuovere sinergie per il rilancio dell’attrattività turistica della Lombardia. La logica è infatti quella di lavorare in sintonia per mettere a sistema tutte le leve di marketing che concorrono allo sviluppo del settore turistico”. 

Tutti i diritti riservati ©

2 Commenti

  • gianluca ha detto:

    ma si e’ normale …allora con sforza e visconti sono scesi i primi bonaldi dalla francia ..ricordate leonardo da vinci col re di francia?,,,,,,,

    poi sono scesi nuovamente con napoleone bonaparte… in lombardia
    etc etc etc etc etnia francese naturalizzata italiana…molti di loro a bergamo ma anche a brindisi…..
    la storia e’ importante

  • Alberto ha detto:

    Una compagnia di bandiera non serve (cit.).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Bolis (Confai Bergamo): crisi della zootecnia, eventi climatici avversi e...