info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Con Alzano Viva uno spazio di “cittadinanza attiva”
ALZANO LOMBARDO, Cronaca Bassa Valle

Con Alzano Viva uno spazio di “cittadinanza attiva”

Alzano Viva apre la propria sede due giorni a settimana a uso gratuito per portare avanti un progetto di "cittadinanza attiva"

In occasione di San Martino, patrono di Alzano Lombardo, l’associazione Alzano Viva ha presentato uno spazio di condivisione civica, un incubatore non di impresa ma di comunità. “Alzano Viva da sempre – spiega Annamaria Andreini, Presidente dell’Associazione – mette al centro della sua azione politica la questione degli spazi sociali. Da questo fine settimana abbiamo avviato un progetto concreto e innovativo aprendo la sede dell’associazione come spazio di cittadinanza attiva in cui sviluppare idee, proposte in tre campi fondamentali: cultura, ambiente e sostenibilità, fare comunità”. 

La sala è disponibile per i cittadini su prenotazione, 2 giorni a settimana ad uso gratuito. Nella sede, oltre ai gruppi di lavoro di Alzano Viva, hanno già trovato ospitalità per alcune loro attività in piena autonomia e indipendenza il laboratorio socio-occupazionale Artelier, che impegna giovani diversamente abili e l’associazione Intrecci di storie, con un progetto formativo di inserimento lavorativo per donne straniere. Da novembre inoltre in via sperimentale, cominceranno anche gli incontri del gruppo di ricerca del laboratorio di espressione corporea.

“Alzano Viva – conclude Andreini – ha verificato quanto sia desolata la situazione del centro storico, privo di iniziative di sviluppo sociale, privo di spazi di ritrovo, in assenza di politiche sociali e amministrative adeguate.
Per rianimare i luoghi serve rivitalizzare le relazioni. Alzano, dopo una lunga sofferenza, deve tornare ad essere una città viva. Possiamo costruirla insieme”.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente
Articolo precedente
Dopo sei mesi cala l'efficacia del vaccino sino al 50%,...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!