info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cultura > Dante, le donne e il rock: a Gandino due serate fra teatro e musica
Cultura, GANDINO

Dante, le donne e il rock: a Gandino due serate fra teatro e musica

Due serate a ricordo del Sommo Poeta Dante, per unire cultura, musica e generazioni.

Sono in programma a Gandino due importanti eventi dedicati a Dante Alighieri, protagonista indiscusso della scena letteraria italiana (e non solo). Si parte giovedì 12 maggio alle 20.45 (ingresso libero, serve mascherina FFP2) nell’Auditorium della Biblioteca Comunale Brignone, dove il prof. Enzo Noris terrà una conferenza su “Le figure femminili nella Commedia di Dante”, organizzate dalla Commissione Comunale Cultura. La serata sarà ideale introduzione all’appuntamento di venerdì 13 maggio alle 20.45 (ingresso libero) al Cinema Teatro Loverini dell’Oratorio, dove verrà proposto il recital teatral-musicale “L’amor che move il sole e le altre stelle”.

La rappresentazione è frutto di una collaborazione tra diversi ragazzi della Val Seriana, accomunati dalla passione per la musica e il teatro. Un punto di vista prettamente giovanile per raccontare la vita del grande poeta.  “Siamo convinti – sottolinea il giovane regista Emilio Guadagno – che la letteratura, non solo costruisca mondi, ma che riesca soprattutto a rappresentare il mondo come un oggetto da scoprire, con le sue inesplorate varietà culturali ed antropologiche. Ecco, dunque, il nostro progetto per la riscoperta di Dante Alighieri, padre indiscusso della nostra lingua. Un omaggio doveroso, nato nel corso dell’Anno Dantesco 2021, a settecento anni dalla sua morte. Lo spettacolo farà rivivere i momenti più importanti della vita di Dante e della Divina Commedia, introdotti da canzoni del panorama pop e rock italiano e internazionale. Non mancano brani originali, scritti e composti da artisti giovani del nostro territorio”.

La serata vuole sottolineare la “libertà senza tempo” che unisce con un sottile filo conduttore l’arte letteraria di sette secoli fa e l’espressione aperta a tutti della musica contemporanea. “È l’amore – aggiunge Guadagno –  a tessere il filo della storia, un sentimento che accompagna Dante per tutta la sua vita: da Beatrice alla poesia, dalla famiglia a Firenze, passando per quell’amore che va oltre l’umana natura “l’amor che move il sole e le altre stelle”. La nostra opera pop ha l’intento di trasmettere allo spettatore la stessa emozione che abbiamo provato noi nel realizzarla”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente
Articolo precedente
Torna il vertical all'ombra dei giganti delle Orobie, quest’anno tappa...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!