La storia di Neil Armstrong, primo uomo ad essere sbarcato sulla Luna, nel periodo che va dal 1962 al 1969, ovvero da quando entrò nella NASA fino alla missione “Apollo 11” che consegno all’umanità la celeberrima frase “Questo è un piccolo passo per un uomo, un gigantesco balzo per l’umanità”. La coppia Gosling-Chazelle, dopo aver sbancato con “La La Land”, torna a lavorare insieme questa volta senza riuscire a bucare lo schermo: una pellicola biografica dai ritmi lenti e dalle tinte sixties che indaga un personaggio molto introspettivo e tutt’altro che loquace. E’ forse proprio questo il punto decisivo per lo scarso potenziale intrattenitivo di “First man – Il primo uomo”, ovvero il poggiarsi sul racconto di un personaggio poco raccontabile. Sufficiente.

GENERE: Biografico

REGIA: Damien Chazelle

CAST PRINCIPALE: Ryan Gosling, Claire Foy, Corey Stoll, Kyle Chandler

ANNO: 2018

DURATA:  141 min

VALUTAZIONE: 6,5/10

CURIOSITA’: L’idea iniziale per la regia di questo film fu Clint Eastwood

QUOTE:  “Ci sono dei rischi ma abbiamo tutte le intenzioni di tornare”

Rubrica a cura di Thomas Poletti – silenzioinsala.tumblr.com

Linkedin / YouTube / Facebook

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.