Tolta la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini: il Consiglio comunale di Bergamo ha approvato la mozione.

Nella serata di ieri lunedì 11 marzo con 13 consiglieri favorevoli, 10 contrari e 10 astenuti fra cui il primo cittadino Giorgio Gori, il consiglio comunale di Bergamo ha approvato la mozione che prevede la cancellazione della cittadinanza onoraria a Benito Mussolini.

Era il 24 maggio del 1924 quando fu concessa al Duce la Cittadinanza Onoraria dal commissario prefettizio Alfredo Franceschelli. Ad oggi dopo quasi un secolo la decisione della cancellazione al registro dei cittadini onorari di Bergamo.

Il sindaco Giorgio Gori:  “Revocare, anzi oggi ‘non riconoscere’, la cittadinanza onoraria a Mussolini, a 74 anni dalla sua morte, a mio avviso non aggiunge sostanzialmente nulla. E non è l’adesione a una petizione, come qualcuno in questi anni ha inteso, da che si e’ iniziato a riparlare della cittadinanza onoraria di Mussolini, a poter determinare il tasso di antifascismo di ciascuno di noi”.

Tutti i diritti riservati ©

 

Articoli correlati

One Response to "Bergamo, tolta la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini"

  1. Mik  15 Marzo 2019

    DJ

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.