A Casnigo da sabato 23 marzo commedie per tutti con la collaudata rassegna teatrale “Ludendo docet”.

Foto Patrizia Filisetti

Un palco di prestigio per una rassegna gioiosa come la primavera. Prende il via sabato 23 marzo a Casnigo una nuova edizione di “Ludendo Docet” che grazie alla locale Associazione Teatro Fratellanza unisce della tradizione dialettale e commedie in lingua italiana.

“Ludendo docet” (insegnare divertendo) è il motto che campeggia sul palco del Teatro Fratellanza, il gioiello liberty che ospita le quattro serate in programma sino al 13 aprile. Un contesto suggestivo che è vero e proprio valore aggiunto, dato che fu ricavato nella casa in cui, nel 1867, nacque Giuseppe Bonandrini, cultore di musica e poeta vernacolo, Duca del Ducato di Piazza Pontida con il nome di Pichetù Prim.

Si parte come detto sabato 23 Marzo alle 21, con lo spettacolo “Mel regorderò fin che campe” proposto dall’Associazione, Teatro Fratellanza. Si continua il 30 Marzo con la commedia brillante in dialetto bergamasco “Una Domenica in famiglia” della compagnia Padre Cesare Albisetti,di Terno d’Isola. Il 6 Aprile sarà la volta di uno spettacolo di commedia dell’arte dal titolo “Il Viaggio” a cura della compagnia C.U.T. (Centro Teatrale Universitario), mentre il 13 aprile chiuderà la rassegna la compagnia “Gli spulveriner de Gorlagh” con la brillantissima commedia “L’amur al feness ma i palanche i resta”. Il biglietto d’ingresso ad ogni singolo spettacolo costa 8 euro (6 euro per ragazzi fino a 12 anni), fino ad esaurimento posti. Possibilità di acquistare i biglietti sul sito www.ludendodocet.com. Info al 328.2179577.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.