info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Veronica, non era meningite: uccisa da un’infezione
Cronaca

Veronica, non era meningite: uccisa da un’infezione

La 19enne di Villongo non è morta di meningite ma per un’infezione generalizzata fulminante non prevedibile. Lunedì 9 dicembre il funerale. La 19enne di Villongo non è morta di meningite ma per un’infezione generalizzata fulminante non prevedibile. “Il liquor era pulito e le meningi intatte. Il batterio all’origine di questa infezione è il meningococco di […]

La 19enne di Villongo non è morta di meningite ma per un’infezione generalizzata fulminante non prevedibile. Lunedì 9 dicembre il funerale.

La 19enne di Villongo non è morta di meningite ma per un’infezione generalizzata fulminante non prevedibile.

“Il liquor era pulito e le meningi intatte. Il batterio all’origine di questa infezione è il meningococco di tipo C”: lo ha detto nella serata di giovedì 5 dicembre il direttore generale degli «Spedali Civili» di Brescia, Gianmarco Trivelli.

Veronica Cadei, la studentessa di 19 anni di Villongo è morta nella notte di lunedì dopo un malore accusato sui banchi dell’università.

Dopo l’autopsia eseguita in mattinata, il sostituto procuratore Lorena Ghibaudo ha firmato il nullaosta alla sepoltura. I funerali saranno celebrati lunedì 9 dicembre alle 14,30 a Villongo.

La posizione dell’ospedale

«Da parte nostra stiamo comunque rivedendo, unitamente ai professionisti interessati, il percorso della paziente sotto i diversi profili clinico-assistenziale, organizzativo, documentale e relazionale», si legge in una nota della direzione dell’ospedale.

«Anche tutti noi, come i famigliari, di fronte a un così tragico evento, non possiamo non porci la domanda se avremmo potuto fare qualche cosa di più o di diverso per impedire la morte della giovane. Allo stato attuale delle conoscenze e sulla base dei primi approfondimenti esperiti – spiega l’ospedale – resta la diagnosi di choc settico originato da Neisseria Meningitidis di Gruppo C, non esitata in evidenza clinica di meningite, e appare che la sequenza degli interventi effettuati è stata completa e adeguata».

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Prova di accensione degli abeti a Clusone, l'inaugurazione sabato 7...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!