info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Bergamo e provincia, controlli su 23 autobus
Cronaca Bergamo

Bergamo e provincia, controlli su 23 autobus

Bergamo e provincia, controllo straordinario dei Carabinieri ai mezzi di trasporto pubblico: controllati 23 autobus.

Il 13 e il 14 febbraio 2020, i Carabinieri della Compagnia di Bergamo hanno svolto un servizio mirato in corrispondenza dei capolinea prossimi ai vari plessi scolastici. Controlli 23 pullman di linea ed i relativi autisti. 

I controlli si sono svolti nell’ambito delle attività finalizzate al controllo della sicurezza nella circolazione stradale e alla salvaguardia dei passeggeri del servizio di trasporto pubblico, in particolare gli studenti.

Le operazioni nel dettaglio

Le operazioni si sono svolte nelle aree di scambio delle autolinee, ai capolinea e nelle vicinanze dei locali plessi scolastico. Obiettivo: verificare l’idoneità al servizio dei conducenti dei mezzi, che sono stati tutti sottoposti all’alcoltest. Inoltre è stata certificata l’efficienza dei pullman, la presenza a bordo di tutti i dispositivi di sicurezza previsti dalla normativa vigente. Come, per esempio, i martelletti frangi vetro, gli estintori e la cassetta di pronto soccorso, nonché il rispetto della capacità di carico relativa ai passeggeri trasportati.

Nel corso degli accertamenti sono state contestate 2 contravvenzioni ai sensi dell’art. 180 del Codice della Strada, poiché i mezzi sono stati trovati privi dei documenti di circolazione. Le attività di controllo proseguiranno nei prossimi giorni, al fine di assicurare la massima sicurezza per i passeggeri.

Tutti i diritti riservati ©

4 Commenti

  • gianluca ha detto:

    lavorano bene perche’ seguono le direttive europee e dalla brexit trarranno tutti dei benefici in particolare la guardia di finanza con la reintroduzione dei dazi e tassi doganali e con l’obbligo del passaporto potranno controllare meglio i furbi che si recano a londra a cercare l’america che non esiste …ricordiamoci che fino a 20 anni fa i britannici celebravano il taranto day a piccadilly circus ossia celebravano l’affondamento della flotta italiana nella seconda guerra mondiale nel porto di taranto..l’inghilterra e’ terra di footbal lo hanno inventato loro e di stoffe……..punto….o fullstop niente altro

  • gianluca ha detto:

    la francia ha di facto fatto entrare la polonia in europa primo partner commerciale francese ..tutti trarranno benefici ..anche le forze di polizie mezza polonia e’ prussiana territori germanici si conoscono bene tra di loro….i vigili urbani impareranno il polacco lingua non russa ..non vedo problemi ….
    boris johnson dice che fara’ diventare l’inghilterra il nuovo canada..auguri non ci riuscira’…….gli inglesi vivono molto male stile di vita pessimo molto costoso gli italiani vivono molto meglio di loro…tradizioni famiglia etc etc….quando tra un paio d’anno muore la regina monarchia perdono tuttele colonie soldi entrate

  • gianluca ha detto:

    ma qui per la valle bergamasca in genere bisogna reintrodurre le ferrovie o tram leggeri come hanno progettato i tedeschi ad idrogeno o diesel senza linea aerea ..si puo’ fare bisogna creare cooperative che vogliono farlo, binari interrati e basta si fanno dei ponti appoggiati alla montagna per evitare curve e si fa salire il tram fino a zambla ma si puo’ anche interrare da zogno a san pellegrino pensate ai binari di milano poca spesa………i tedeschi vendono i tram nuovi a idrogeno o diesel ….si interrano i binari poca spesa si tolgono gli autobus mantieni il personale li metti sul tram con 20 tram avanti e indietro ogni 20 minuti risolvi

  • gianluca ha detto:

    se volete tenervi aggiornati con le innovazioni tram viarie esiste una rivista britannica favolosa urban transit anche in internet ..fate l’abbonamento alla rivista fondamentale per i bergamaschi…….
    ricordatevi glasnost e perestroika da gorbaciov a vladimir putin il quale ha eliminato i ciucchetteri golpisti di finte sinistre opportuniste manovrati da strani personi figure bevitori di birre e cercatori di puzze di piedi femminili d’epoca a casa sua figuriamoci se venisse in italia………meditare e pensare senza televisione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
La mostra dedicata al Centenario della Questura della Provincia di...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!