info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > L’addio al Sindaco di Cene con l’abbraccio dei cittadini sui balconi
CENE, Cronaca Media Valle

L’addio al Sindaco di Cene con l’abbraccio dei cittadini sui balconi

Martedì mattina l'addio al Sindaco di Cene Giorgio Valoti con il simbolico abbraccio dei cittadini sui balconi

Un addio commovente seppur dimesso e senza la folla che ci sarebbe stata se non fossimo in piena emergenza sanitaria: martedì mattina Giorgio Valoti, sindaco di Cene, è tornato a casa.

Con un breve corteo la bara è passata per le vie del suo amato paese. Ad accompagnarlo al cimitero, dopo la morte sopraggiunta al Papa Giovanni di Bergamo venerdì 13 marzo, il figlio Alessandro e la moglie. Ad impartire la benedizione il parrocco don Guido Sibella.

E con loro a stringersi in un abbraccio simbolico erano presenti tutti i cittadini che sono usciti sui balconi delle case mentre nell’aria risuonava il suono di una tromba riprodotta da un impianto audio.

Chi era Giorgio Valoti

Giorgio Valoti era del 1950 ed è sempre stato un militante della Lega. Era stato riconfermato sindaco nel 2019 con il gruppo della Lega dopo i precedenti mandati (in totale 4) ricoperti nel corso degli anni. 

Da sempre impegnato nella vita politica della Valle Seriana e della bergamasca, Valoti aveva ricoperto importanti ruoli anche in Comunità Montana, in Provincia e al Bim (Bacino Imbrifero Montano).

Il ricordo del figlio

Voglio ringraziare di vero cuore le tante persone che in questi giorni, intensi e difficili, hanno alleviato il dolore e la solitudine imposti da questa emergenza tremenda rilasciando innumerevoli attestati di stima e di vicinanza, pensieri, ricordi e aneddoti su papà. In un momento come questo leggere frasi così sentite e commoventi mi ha dato la forza e la convinzione di andare avanti nel solco che lui ha tracciato con la sua vita e il suo esempio; la giornata di oggi non scrive la parola “fine”, ma riempie di energia per credere che si può e si deve continuare a far germogliare i tanti semi di bene, di onestà e di generosità che papà ha sparso a piene mani. Grazie a tutti, a nome personale e di tutta la famiglia.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
L’Associazione Nazionale Alpini schiererà il suo Ospedale da campo all’interno...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!