info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Politica > Dal BIM 55mila euro alla Val Seriana per l’emergenza Covid-19
Politica Val Seriana

Dal BIM 55mila euro alla Val Seriana per l’emergenza Covid-19

Dal BIM 160mila euro per i Comuni Montani: 55mila euro alla Val Seriana. I fondi sono destinati agli enti specifici per l’assistenza socio-sanitaria locale.

Un contributo di 160.000 euro da parte del Bacino Imbrifero Montano (BIM) dei fiumi Serio e Brembo e Lago di Como per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

Convocato senza due assessori, Giorgio Valoti e Raimondo Balicco, deceduti nei giorni scorsi a causa del Coronavirus, il consiglio direttivo di via Taramelli, composto dal presidente Carlo Personeni, dal vice presidente Marco Milesi e dall’assessore Vera Pedrana, riunito in seduta straordinaria, ha deciso di destinare la somma di 160.000 euro agli Ambiti Territoriali di Val Brembana, Val Seriana, Valle Imagna-Villa d’Almè e ai Comuni Rivieraschi-ex-Val San Martino che rientrano nel territorio di competenza del BIM (in tutto, 127 Comuni), con l’obiettivo di combattere l’emergenza socio-sanitaria dei loro territori montani.

Per la precisione, 55mila euro per la Val Brembana, 55mila euro per la Val Seriana, 35.000 euro per la Val Imagna-Villa d’Alme e 15.000 euro per Comuni Rivieraschi-ex Val San Martino.

Fondi destinati all’assistenza socio sanitaria locale

“E’ con grande tristezza da parte di tutto lo staff che abbiamo convocato questo consiglio direttivo – spiega il presidente del BIM Bergamo Carlo Personeni –. Ma era doveroso farlo, per i nostri colleghi che ci hanno lasciato e per le nostre comunità delle “terre alte” di cui siamo punto di riferimento e per le quali proprio Valoti e Balicco si sono spesi per tanti anni con impegno e vicinanza. I fondi sono destinati agli enti specifici per l’assistenza socio-sanitaria locale, perché possano essere da filtro per tutte le istanze e le richieste provenienti direttamente dai territori. Una volta ricevute le loro necessità, e valutate la fattibilità, provvederemo all’erogazione dei contributi”.

“Siamo in una fase in cui a tremare sono le comunità di montagna – continua Personeni -. I numeri dei casi positivi al Coronavirus nelle valli bergamasche, purtroppo, continuano a crescere e i dati che quotidianamente giungono fino a noi sono allarmanti, senza dimenticare i numerosi decessi, in particolare di anziani, non schedati come Coronavirus. Ci è parso, quindi, doveroso fare un passo in più, spinti anche dallo stimolo che avrebbero certamente dato i nostri Giorgio e Raimondo, per sostenere i territori montani della nostra provincia, stanziando immediatamente la somma di 160.000 euro”. 

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Nembro, scritte ingiuriose sul Municipio e fuori dal Comando di...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!