info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Politica > Mattarella il 2 giugno a Codogno, il 28 giugno invitato a Bergamo
Politica

Mattarella il 2 giugno a Codogno, il 28 giugno invitato a Bergamo

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 2 giugno sarà a Codogno, mentre il 28 giugno è stato invitato a Bergamo.

Il prossimo 2 giugno, giorno della Festa della Repubblica che quest’anno non sarà celebrata con la consueta parata, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà a Codogno, il Comune del Lodigiano dove ha avuto inizio l’emergenza Coronavirus nel nostro Paese. Lì, in forma privata, incontrerà le autorità locali in municipio. Il giorno prima, 1 giugno, parteciperà ad un concerto al Quirinale in ricordo delle vittime della pandemia, probabilmente dai giardini del Quirinale.

A confermare la notizia anche il presidente Attilio Fontana che sui suoi profili social ieri ha scritto: “Questa mattina ho ricevuto la telefonata del presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante la quale mi ha comunicato che il 2 giugno verrà a Codogno per incontrare la comunità della città simbolo della pandemia che ha investito soprattutto la Lombardia. L’ho ringraziato per la decisione e per l’invito a essere al suo fianco in quella occasione. Un segno d’attenzione verso la nostra terra e verso tutti i lombardi particolarmente importante e davvero molto gradito”.

Mattarella invitato a Bergamo per la cerimonia in ricordo di tutte le vittime della provincia

Il 28 giugno a Bergamo si terrà la prima cerimonia collettiva per ricordare le vittime del Coronavirus. In quell’occasione verrà eseguita la
messa da Requiem di Gaetano Donizzetti, musicista bergamasco. Il luogo dove si svolgerà il tutto sarà davanti alle mura del cimitero monumentale, nel tardo pomeriggio, all’orario del tramonto. Lo ha annunciato, durante una conferenza stampa online il sindaco della città, Giorgio Gori.

Nella provincia, tra le più colpite dall’epidemia in Italia, le vittime, ha ricordato Gori, sono state 6mila, di cui 670 solo in città, e molte di loro non risultano nelle statistiche ufficiali perché non hanno mai avuto un tampone che accertasse la loro positività al virus.

Al rito collettivo di commemorazione è stato invitato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e i 243 sindaci della bergamasca.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Due escursioniste recuperate dai vigili del fuoco a Schilpario. Avevano...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!