info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Vendono materiale della Polizia telefonicamente: è una truffa
Cronaca Val Seriana

Vendono materiale della Polizia telefonicamente: è una truffa

Vendono materiale della Polizia telefonicamente: attenzione è una truffa. La storia di Marco di Gazzaniga: "Mi sono rivolto ai carabinieri".

E’ comparsa sulle cronache lombarde come una delle ultime truffe telefoniche ed è arrivata anche in Val Seriana. In pratica si viene contattati telefonicamente da un numero di cellulare da cui parlano presunti rappresentanti della Polizia di Stato che propongono l’acquisto di materiale del corpo dell’arma. Queste telefonate stanno arrivando anche in Val Seriana come ci racconta Marco di Gazzaniga.

“Volevo avvisare che il 10 giugno ha ricevuto una telefonata dalla “polizia di stato” che mi ha spiegato che, vista l’emergenza che abbiamo vissuto qui in Val Seriana stavano chiamando tutte le aziende e artigiani del territorio. Con un piccolo contributo di 149 euro mi avrebbero spedito un pacco contenente un cd con il nuovo codice della strada, un calendario e degli adesivi da attaccare sulle varie auto e mezzi che ho. Hanno inoltre aggiunto che in caso di contravvenzione avrebbero avuto un occhio di riguardo e che avrebbero eseguito gratuitamente per un anno controlli su assegni emessi da clienti malpagatori”.

La truffa era già stata segnalata a fine 2019 nelle province vicine a quella di Bergamo, come ad esempio nel varesotto come potete leggere in questo articolo di Varesenoi.it.

“La cosa preoccupante è che queste persone – continua Marco -, escluso il codice univoco, hanno a portata di mano tutti i miei dati”. Si raccomanda dunque la massima prudenza e di rivolgersi ai carabinieri, come ha fatto Marco, per segnalare l’anomala telefonata.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Boom di richieste di affitti per la stagione estiva a...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!