info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Decessi nelle RSA Lombarde, Codacons: “I numeri dichiarati non sono quelli ufficiali”
Cronaca, La Valle nel VIRUS

Decessi nelle RSA Lombarde, Codacons: “I numeri dichiarati non sono quelli ufficiali”

Il lato oscuro dei decessi dei degenti e degli operatori sanitari delle R.S.A. lombarde, tra i numeri ufficiali e il lato nascosto della pandemia da Covid-19.

Il rapporto finale dell’Istituto Superiore di Sanità parla di 9154 decessi nelle RSA lombarde, con un tasso di mortalità del 9,1%. Secondo Codacons il sospetto è che ci sia un enorme errore sommerso. I numeri ufficiali raccontano di una realtà purtroppo molto diversa da quella effettivamente percepita dai familiari di pazienti e di operatori sanitari delle strutture. Numerose infatti sono state le denunce presentate davanti alle competenti Procure della Repubblica al fine di avere chiarezza e risposte sulle migliaia di decessi, ma per ora ci sono ancora poche risposte e poche certezze.

Quello che è certo è che il Codacons andrà fino in fondo alla vicenda, e solo per la Lombardia ha già presentato 12 esposti in Procura per i decessi riscontrati nelle seguenti R.S.A.:

VARESE

– RSA “Sacra Famiglia” – Coquio Trevisago

MILANO

– Pio Albergo Trivulzio

– Fondazione Don Carlo Gnocchi

– Sacra Famiglia Cesano Boscone

– Pastor Angelicus Quarto Oggiaro

– RSA San Giuseppe Via delle Ande

– Casa di riposo di Via Mombretto, Mediglia

– Istituto Geriatrico Milanese Via Paravia n. 63

BRESCIA

– Istituto per disabili psichici di Pontevico

COMO

– RSA Fondazione Garibaldi-Pogliani (3 strutture: Como, Cantù e Capiago Intimiano)

MANTOVA

– RSA “Scarpieri Forattini” di Schivenoglia

MORBEGNO

– RSA Ambrosetti – Parravicini

Il Codacons è a disposizione di tutti coloro che avevano e che hanno tutt’ora familiari all’interno delle strutture, tra i pazienti e tra il personale sanitario, che abbiano patito conseguenze a causa di quanto avvenuto all’interno delle stesse, al fine di fornire assistenza legale e per avere giustizia e chiarezza all’indirizzo mail codacons.bergamo@gmail.com o al numero 02.29419096.

Tutti i diritti riservwww.valseriananews.itati©

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Sarà il Paris Saint Germain l’avversario dell’Atalanta nei quarti di...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!