info@valseriananews.it
Valseriana News > RUBRICHE > Questione di Gusto > Questione di Gusto – Spumeggiante come la birra
Questione di Gusto

Questione di Gusto – Spumeggiante come la birra

Spumeggiante come la birra, l'ultima uscita della rubrica "Questione di Gusto" a cura di Luca Scainelli.

È il mese dei gavettoni e della nudità, dell’abbronzatura e delle pance più o meno scolpite ma anche dei sederi che ti guardano dei castelli di sabbia che poi svaniscono appena arriva un’onda dalla cresta prepotente, degli aperitivi in terrazza sul mare di cui non vedi la fine e che a volte spumeggia come la birra. Industriale, artigianale o agricola basta che sia “pulita”.Scrive Matteo Zamorani Alzetta nel suo libro “Il racconto della birra” edito da Vallardi, è difficile dare delle etichette precise a questa bevanda fatta di cereali, acqua, luppolo e lievito.Scopro molte informazioni per gli appassionati della birra, chiamati “beer nerd” o “beer geek”, ma anche per me che la birra la bevo soprattutto nei periodi caldi e che nel bicchiere ricerco la freschezza e la leggerezza di un soffio di vento che mi tolga l’arsura.

Mi ha illuminato sui metodi di produzione, naturale, alta,  bassa fermentazione e sull’esistenza di un locale a Nembro, poco distante da casa mia, che non mancherà di essere visitato e quindi meta di una fresca bevuta. Verso la fine del libro spiega un argomento a me caro visto che riguarda il mestiere che frequento da venticinque anni.

Difficilmente se ne parla ma in tutte le attività quotidiane è presente, ci migliora la vita anche se non ci facciamo caso, diamo per scontato il fatto di essere circondati di profumi e pulito ma solo quando respiriamo odori sgradevoli o capitiamo in un locale sporco ci rendiamo conto della diversità, che a mio parere è abissale in quanto il pulito e l’ordine ci rendono felici o quantomeno aiutano ad esserlo.

Provate a vivere in una casa sporca e disordinata, (anche il disordine equivale a sporco), provate a lavorare in un ufficio dove i bagni non sono curati e ben profumati.Vogliamo esagerare, anche l’ordine e l’architettura di un territorio possono trasmettere la positività (pulito) oppure essere deprimenti (sporco).

Andate a vedere dove sono cresciuti Larry Page e Sergey Brin, i creatori di Google e Mark Elliot Zuckerberg creatore di Facebook per tirare le conclusioni. Ma veniamo al punto: scrive Matteo “La riuscita di una buona birra dipende dalla pulizia e dalla sanitizzazione di qualunque cosa entri in contatto con il mosto. Con il termine pulizia si intende la rimozione di materiale organico dalla strumentazione e dalle attrezzature mediante l’impiego di detergenti. La sanitizzazione si occupa invece di eliminare la maggior parte di agenti patogeni, come batteri e lieviti selvaggi”.

Luca Scainelli

Tutti i diritti riservati©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Il Covid spiegato ai bambini con i burattini per superare...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!