info@valseriananews.it
Valseriana News > COLZATE > Visite guidate: oggi l’ultima tappa a San Patrizio con “Sapori d’arte”
COLZATE, EVENTI Media Valle

Visite guidate: oggi l’ultima tappa a San Patrizio con “Sapori d’arte”

Sapori d'Arte chiude in bellezza la sua quinta edizione, con l'ultima tappa a Colzate alla scoperta del suggestivo Santuario di San Patrizio.

Sapori d’Arte chiude in bellezza la sua quinta edizione, con l’ultima tappa a Colzate alla scoperta del suggestivo Santuario di San Patrizio, un luogo dove arte, fede e leggenda si incontrano e riescono a raccontarci storie affascinanti del nostro passato.

Il Santuario

A Colzate, dal lontano 1166, domina la ValSeriana l’antico santuario di San Patrizio, uno die pochi santuari italiani dedicati a San Patrizio. Il legame tra i seriani e il severo patrono degli irlandesi viene da lontano, quando la produzione laniera spinse gli abitanti di queste valli a cercare lontano le lane migliori o forse quelle più economiche nel nord dell’Europa.
Questi legami commerciali portarono con sé, insieme alla lana, la devozione a un santo pressoché sconosciuto nel resto dell’arco alpino e rarissimo da individuare tra i culti dell’intera latitudine mediterranea. Detti, leggende, usi e costumi hanno trovato eco tra le ariose arcate del santuario e ispirato autentici capolavori d’arte e architettura.

L’appuntamento è per questo pomeriggio alle 15 ; viste le nuove misure anti contagio al termine della visita non si svolgerà la degustazione ma tutti i partecipanti riceveranno un cadeau di prodotti locali.

Omaggio a tutti i partecipanti di un cadeau di prodotti locali (la degustazione non sarà effettuata, in base alle nuove disposizioni governative)

Costo a persona: 15 € – Bambini under 10: 7 €

Prenotazione obbligatoria: 035.704063 | infopoint@valseriana.eu o tramite la piattaforma online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Coronavirus: in bergamasca situazione epidemiologica in aumento contenuto, ma non...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!