info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cultura > Violenza sulle donne, a Bergamo una mostra per dire “Basta”
Cultura Bergamo

Violenza sulle donne, a Bergamo una mostra per dire “Basta”

A Bergamo in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, sarà inaugurata la mostra fotografica "Basta".

A Bergamo questa sera, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, sarà inaugurata – rigorosamente online – la mostra fotografica “Basta”. L’evento ha il patrocinio dalla Provincia di Bergamo e dell’Associazione Fior di Loto di Gazzaniga. L’appuntamento è alle ore 18.30 in diretta sulla pagina ufficiale dello Studio Balini o sul canale youtube. La mostra, curata da Arianna Iezzi, coinvolge diverse artiste italiane e straniere.

Violenza sulle donne, i numeri del 2020

Nei primi dieci mesi del 2020 le donne vittime di omicidio sono state 91, una ogni tre giorni, un dato in leggera flessione rispetto alle 99 dello stesso periodo dell’anno scorso. E’ quanto emerge dal VII Rapporto Eures sul femminicidio in Italia, secondo cui a diminuire significativamente in realtà sono soltanto le vittime femminili della criminalità comune (da 14 a 3 nel periodo gennaio-ottobre 2020) mentre risulta sostanzialmente stabile il numero dei femminici di familiari (da 85 a 81) e, all’interno di questi, il numero dei femminici di di coppia (56 in entrambi i periodi); in aumento (da 0 a 4) anche le donne uccise nel contesto di vicinato. In sostanza, l’incidenza del contesto familiare nei femminicidi raggiunge nel 2020 il valore record dell’89%, superando il già elevatissimo 85,8% registrato nel 2019. Analogamente, all’interno del contesto familiare, i femminicidi consumati all’interno della coppia salgono al 69,1% (erano il 65,8% l’anno passato). 

Tutti i diritti riservati ©

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Sci: è bagarre politica. M5S "Gravi colpe della Lombardia", Lega...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!