info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Sport > atalanta > Atalanta, con la Juve termina 1 a 1
atalanta, Sport

Atalanta, con la Juve termina 1 a 1

L’Atalanta chiude ancora in pareggio la sfida con la Juventus. All’Allianz Stadium finisce 1-1.

L’Atalanta chiude ancora in pareggio la sfida con la Juventus. All’Allianz Stadium finisce 1-1, al termine di una partita equilibrata e bene interpretata dalla squadra di Gasperini, che dopo avere chiuso sotto di un gol nel primo tempo per una prodezza balistica di Chiesa, recupera nel secondo tempo con un altrettanto splendido gol di Remo Freuler. Decisivo il portiere Gollini, che dopo il pareggio para un calcio di rigore di Cristiano Ronaldo, mai in partita. Lo stesso Gollini strepitoso su conclusione ravvicinata di Morata. Nel complesso i reparti difensivi hanno fatto la differenza sugli attacchi. Atalanta brava a recuperare e costringere la squadra di Pirlo in copertura. Soddisfatto Gasperini, che parla di grande risultato. Si è rivisto e ha offerto il suo contributo Papu Gomez, in campo all’inizio della ripresa al posto di Pessina.

La cronaca

Gasperini ripropone l’undici sceso in campo nella sfida con la Fiorentina, sola eccezione nel reparto difensivo con Palomino che prende il posto di Toloi e gioca a sinistra con Djimsiti sulla destra e Romero confermato al centro. Pirlo con il 3-5-2 che presenta Morata e Ronaldo in attacco. Si accendono subito i duelli Gosens-Cuadrado sulla fascia sinistra e tra Zapata e De Ligt.

Prima conclusione a rete al 4’ di Pessina che non crea problemi a Szczesny. Dopo un giro di lancetto Ronaldo spara alto su cross basso di Morata. L’Atalanta prova a osare e produce pressing alto. Al 12’, su palla persa da Pessina a centrocampo, i bianconeri partono in contropiede con Morata, apparentemente oltre la linea dei difensori, che serve Ronaldo, contrato da Djimsiti al momento della conclusione, poi lo stesso Morata tenta un improbabile colpo di tacco a porta vuota mandando sul fondo. Al 17’ è Arthur a perdere palla a favore di Malinovskyi, da questi a Pessina che allarga per Zapata il cui tiro si infrange sul corpo di De Ligt. A metà primo tempo duro scontro tra Romero e Arthur, che esce zoppicando e poi viene sostituito da Rabiot. La Juventus sblocca all’improvviso il risultato al 29’ con Chiesa che, al primo pallone utile, appena fuori area libera il destro e insacca nell’angolo sinistro all’incrocio dei pali dove Gollini non può arrivare. Acquisito il vantaggio, la Juve non riesce più a risalire il campo sotto la pressione della squadra di Gasperini. Al 32’ palla gol costruito dall’Atalanta con un’azione in verticale avviata da Gosens, proseguita da Pessina e finalizzata da Zapata, sul cui tiro di sinistro si oppone il portiere bianconero, fortunato perché il pallone passa tra le gambe e scavalca la traversa. Al 38’ Malinovskyi recupero palla e calcia rasoterra di poco a lato. Al 41’ bordato di Malinovskyi su calcio di punizione da 20 metri che Svczesny respinge. Al 44’ sinistro largo di Pessina. All’inizio di secondo tempo giocata di McKenney per Morata che affonda e calcia colpendo sul volto Gollini in uscita. Di fronte alla maggiore verve bianconera, Gasperini dopo 8’ manca in campo Papu Gomez al posto di Pessina. Al 9’ girata di testa di Rabiot a lato della porta di Gollini. L’ingresso di Gomez aggiunge peso e qualità al gioco dell’Atalanta, che all’11’ perviene al pareggio. Remo Freuler emula Chiesa, riconquistando palla sulla trequarti e scarica il suo destro che manda il pallone a sbattere sotto la traversa. Ma al quarto d’ora l’arbitro Doveri assegna il calcio di rigore per un contatto in area tra Hateboer e Chiesa. Cristiano Ronaldo prova a trasformare ma Gollini intuisce la traiettoria e blocca il pallone. E al 17’ il portiere si supera ancora deviando una conclusione ravvicinata di Morata. Al 20’ combinazione tra i due esterni Hateboer e Gosens che colpisce al volo di sinistro e sfiora il palo. L’Atalanta si propone sempre più spesso in avanti. Gasperini al 26’ modifica il fronte d’attacco richiamando Malinovskyi e Zapata per inserire Miranchuk e Muriel. La squadra di Gasperini assedia la Juve e Szczesny salva su colpo di testa di Romero. Al 29’ Pirlo fa uscire Chiesa e manda in campo Alex Sandro. La Juve si riequilibra e al 34’ arriva al tiro con Danilo, respinto di piede da Gollini. L’Atalanta risponde al 37’ con un sinistro angolato di Gomez che il portiere bianconero respinge. Al 39’ spazio a Dybala che subentra a Morata. Al 40’ Ronaldo cerca gloria con un tiro a giro, ma non è la sua serata. L’Atalanta chiude con un pareggio più che meritato.

A cura di Eugenio Sorrentino di TerzoTempoSportMagazine.it

2 Commenti

  • gian ha detto:

    Il vero mistero è come mai in porta della nazionale giochi Donnarumma invece di Gollini, para 10 volte di più. Potenza di Raiola e gazzetta

  • Mario ha detto:

    Ma sarà mai possibile che ogni partita dell’Atalanta contro la Juve, alla Juve viene sempre concesso un rigore…? ah no non solo con l’Atalanta, in effetti domenica contro il Genoa glie ne hanno concessi due di rigori alla Juventus…dai non lamentiamoci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
47enne ex imprenditore milanese in stato confusionale minaccia di morte...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!