info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Sport > In 1300 al via della BERGHEM#molamia
GAZZANIGA, Sport Media Valle

In 1300 al via della BERGHEM#molamia

Gazzaniga: BERGHEM#molamia 2022, una grande festa per 1300 ciclisti che hanno colorato le valli bergamasche

Lo dicono i partecipanti, oltre 1.300 gli iscritti, lo confermano gli organizzatori soddisfatti e lo pensano tutti coloro che hanno avuto modo di vivere a Gazzaniga un fantastico weekend di sport e divertimento, tutto curato nei minimi dettagli con il coinvolgimento fattivo di un’intera comunità. Il tutto era già cominciato nel pomeriggio di sabato11 giugno con il ritiro dei pacchi gara e il paese di Gazzaniga listato a festa con i tipici colori della manifestazione: giallo e nero. Giornata di vigilia che si era conclusa con la Notte Gialla una bella festa organizzata in sinergia con i commercianti di Gazzaniga e che ha riscosso un grande successo di partecipazione con numerose iniziative di intrattenimento, ristoro e il concorso che ha premiato le vetrine più belle del paese.
 
Poi l’indimenticabile giornata di domenica, baciata da un caldo sole, che ha invogliato ancora di più un abbondante migliaio di ciclisti provenienti da tutta Italia e non solo (qualcuno è arrivato anche da altri Paesi europei e addirittura da Colombia e Costa Rica) a pedalare lungo le affascinanti strade delle valli bergamasche. Insomma, un grande successo e promossa a pieni voti l’organizzazione e la formula della pedalata cicloturistica con tratti cronometrati e ricchi punti di ristoro e polenta party finale promossa dalla Sc Gazzanighese.

Tanti ospiti al via della Berghem Mola mia

Tra gli ospiti che hanno pedalato con i tanti amatori al via anche Norma Gimondi, vicepresidente FCI e figlia del grande campione Felice, e l’ex professionista Paolo Savoldelli col quale sono stati celebrati i 20 anni dalla vittoria del suo primo Giro d’Italia. Presenti numerosi altri ospiti ed autorità.
 
Anche il sindaco di Gazzaniga Mattia Merelli ha pedalato lungo il percorso Kürt e non ha potuto far altro che esprimere la sua grande soddisfazione per l’evento: “Direi che è andata benissimo. Una grande festa anche oggi. Basta partecipare e pedalare insieme agli amici per rendersi conto di quanto sia bella questa manifestazione. Devo fare un ringraziamento a chi organizza perché ci mettono grande passione e impegno e dai partecipanti ho sentito solo elogi. Grandi. Grazie!”.
 
Queste le parole dell’ex ciclista professionista Mauro Zinetti che è a capo del comitato organizzatore della BERGHEM#molamia: “Una grandissima soddisfazione per noi. Abbiamo portato a Gazzaniga più di mille partecipanti e abbiamo raggiunto un livello inimmaginabile rispetto a quando siamo partiti due anni fa. In poco tempo abbiamo raggiunto un livello organizzativo di altissimo e quindi la soddisfazione è enorme. Mi sembra che tutti i partecipanti siano soddisfatti e questa è la cosa che più ci riempie il cuore. Devo ringraziare tutte le persone che insieme a me lavorano a questa manifestazione. Siamo un bel gruppo di amici a cui piace organizzare questo evento e cerchiamo di farlo come noi vorremmo viverlo quando siamo in bicicletta. Un ringraziamento va anche all’amministrazione comunale di Gazzaniga, alla polizia stradale e tutti i volontari e gli addetti alla sicurezza e ai ristori”.
 
In meno di tre anni la BERGHEM#molamia è cresciuta in modo esponenziale e ha raggiunto uno standard organizzativo di prim’ordine a livello nazionale raccogliendo pieni favori dei tanti partecipanti. L’appuntamento è per l’edizione 2023 e siamo sicuri che gli organizzatori sapranno sorprenderci ancora.
 
 Tutte le classifiche dei tratti cronometrati sono disponibili al seguente link:
https://www.endu.net/it/events/berghemmolamia/results
 

Un Commento

  • Lorena ha detto:

    tutto curato nei minimi dettagli????????? ma dove? forse erano contenti i ciclisti ma tutti coloro che dovevano prendere la superstrada, gente che doveva andare a Milano e non ha potuto farlo per ore, persone che dovevano andare in Orezzo e nessuno ha pensato di mettere un moviere o un vigile davanti alla casa di riposo S: Giuseppe per far entrare nel senso unico i veicoli che appunto dovevano andare nei Masserini o in Orezzo…… vergognatevi…. mai vista una organizzazione così deficitaria e mancante di ogni rispetto verso tutte le persone che non avevano a che fare con la gara….. Ai volontari che prestavano servizio ai vari incroci NESSUNO, ripeto NESSUNO ha spiegato cosa dovevano fare…… E’ stato un vero e proprio sequestro delle persone all’interno dei paesi interessati che non avevano nessun o sbocco e nessuna via di uscita….. arrivederci al prossimo anno sperando che siate più diligenti nell’organizzazione. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente
Articolo precedente
Si è spento Domenico Bosatelli, imprenditore e Cavaliere del Lavoro....

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!