info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Sport > International Orobie Skyraid, oltre 300 gli atleti al via
ARDESIO, Sport, VALBONDIONE Alta Valle

International Orobie Skyraid, oltre 300 gli atleti al via

Nomi importanti al via della gara regina (Orobie Skyraid 58k) che si svolgerà sabato 23 luglio sui sentieri orobici e sarà prova unica per l'assegnazione del titolo italiano FISky maschile e femminile di UltraSkyMarathon

Oltre 300 gli atleti provenienti da Italia, Argentina, Sud Africa, China, Francia, Belgio e Lituania, che sabato 23 luglio correranno sui sentieri e single track che da Ardesio li condurranno fino all’arrivo a Valbondione. Ideata da Mario Poletti di Fly-Up e scelta dalla FISky come prova unica per l’assegnazione del tricolore di UltraSkyMarathon, Orobie Skyraid si riconferma una gara di altissimo livello, tecnica e impegnativa. Ne sono la prova i nomi degli atleti al via.

Gli atleti

Al maschile, a contendersi il podio, saranno Cristian Minoggio (team Pegarun e nazionale italiana Skyrunning) e il compagno di quadra Luca Arrigoni, vincitore dell’edizione 2021. Minoggio sta vivendo un momento d’oro e non molto tempo fa ha trionfato al Trofeo Sentiero 4 luglio, prima gara di skyrunning della storia, e lasciapassare per il Kima. Nella rosa dei favoriti anche Mattia Tanara (Team Scott), Francesco Lorenzi (Team Scarpa), Ivan Milesi (GS Orobie), Danilo Brambilla (Falchi Lecco), Enrico Bonati (Mud and Snow), Luca Picinali (GS Orezzo) e il lituano Geminidas Grinius (team Vibram).

Al femminile belle speranze per l’atleta “di casa” Daniela Rota (La Sportiva), che sta vivendo una stagione di successi. Ad inseguire il podio, però, anche l’attesissima Martina Valmassoi del team Salomon, che con i suoi 96mila follower su Instragram è una vera star del mondo social, oltre che una super atleta. La bellunese, frasca della vittoria al terzo appuntamento della Golden Trail National Series a Canazei la scorsa settimana, ce la metterà tutta per replicare. In gara anche l’azzurra Cecilia Pedroni (team Pegarun), la specialista delle ultra Giulia Saggin (Sport Project), Natalia Mastrota e la bergamasca Giulia Zanotti.

Gli atleti saranno presentati nella serata di venerdì alle ore 20.30 presso il truck Scott in piazza Monte Grappa ad Ardesio. Sempre nella piazza centrale del paese, la stessa dove si ritirano anche i pettorali, a partire dalle 17 sarà Orobie Skyraid Party, con birra alla spina, pasta party e dj set a partire dalle ore 21.

Quest’anno per la prima volta alla 58k si aggiungerà una gara più corta (22k circa) e con 2.150 metri circa di dislivello, che partendo da Fiumenero affronterà l’ultimo tratto di Orobie Skyraid. Si chiamerà Orobie Skyrace e affronta la salita al rifugio Baroni al Brunone – la più dura e spaccagambe delle Orobie – prima di ricollegarsi al tratto finale della gara regina. Mentre la gara più lunga partirà alle 6 da Ardesio, la Skyrace prenderà il via alle 7.30 da Fiumenero. L’arrivo sarà per entrambe a Valbondione.

I percorsi

International Orobie Skyraid – Percorso invariato (58 km e 3.800 di dislivello positivo) quindi anche per questa edizione. Partenza da Ardesio e sviluppo lungo da dorsale orobica toccando i rifugi Alpe Corte, Laghi Gemelli, Calvi, Brunone, Coca e le baite di Maslana, per terminare nell’abitato di Valbondione. La gara è stata anche certificata dalla Federazione Internazionale Skyrunning (ISF) e riconosciuta dall’International Trail Running Association con l’assegnazione di 3 punti ITRA.

International Orobie Skyrace – 22 chilometri circa e 2200 metri di dislivello positivo per questa gara che, sebbene più corta, è comunque una bella cavalcata tra il rifugio Brunone e il rifugio Coca, per poi scendere verso il traguardo posto a Valbondione attraversando il borgo di Maslana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente
Articolo precedente
Incidente ad Albino, sul posto i Vigili del fuoco. Ferite...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!