info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Ongaro (Lega): “Vicinanza all’autista aggredito, servono guardie giurate a bordo”
Cronaca

Ongaro (Lega): “Vicinanza all’autista aggredito, servono guardie giurate a bordo”

"Una soluzione che può prevenire questi spiacevoli eventi - commenta Alberto Ongaro - è impiegare le guardie giurate su tutte le linee, garantendo una copertura costante e non "una tantum" come succede ora"

“Esprimo tutta la mia solidarietà all’autista della SAB Arriva vittima dell’ennesima aggressione mentre stava svolgendo il suo lavoro con attenzione e spirito del dovere. È assurdo e inconcepibile che una persona che sta svolgendo un lavoro di pubblica utilità debba correre questi rischi e trovarsi coinvolto in risse da far west che succedono sempre più frequentemente”. Così Alberto Ongaro, Segretario della Lega di Gazzaniga, sull’ennesimo caso di aggressione di un autista della linea Albino – Clusone. 

“Il dipendente della società di trasporti infatti è stato aggredito e rapinato alla stazione di Clusone da un 22enne di origine marocchina. Il giovane, ubriaco e probabilmente sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, è salito sul pullman alla fermata di Ponte Selva. Una volta sul mezzo ha cominciato a importunare l’autista e, parecchio alterato, ha rotto il dispenser dell’igienizzante. Arrivati a Clusone, il 22enne è sceso dal bus e lo stesso ha fatto l’autista. Pochi minuti dopo l’aggressione, prosegue Ongaro, il giovane ubriaco ha spinto a terra il dipendente di Arriva, lo ha colpito ripetutamente con calci, pugni e schiaffi e gli ha sottratto il telefono cellulare. Un altro autista è intervenuto in soccorso del collega ed ha chiamato i carabinieri. Nel frattempo, il ragazzo si è allontanato, non prima di aver danneggiato un secondo autobus spaccando un tergicristallo e il vetro della porta d’ingresso. Purtroppo, non è un caso isolato, ma sempre più spesso assistiamo a fenomeni di questo tipo sui mezzi pubblici, motivo per cui il tempo di attendere e ignorare la realtà è finito”.  

“Mi auguro che la Prefettura e la società Arriva tengano presente questi continui atti di violenza e pianifichino con le forze dell’ordine costanti controlli su tutti i mezzi pubblici della bergamasca. Una soluzione che può prevenire questi spiacevoli eventi – conclude il Segretario del Carroccio – è impiegare le guardie giurate su tutte le linee, garantendo una copertura costante e non “una tantum” come succede ora. La priorità deve essere tutelare gli autisti e i pendolari che regolarmente pagano il biglietto”.

Tutti i diritti riservati ©

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Il Selected Stores più grande d'Italia si prepara alla festa...