info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Cene, le spiegazioni del Sindaco sul “focolaio Covid”
CENE, Cronaca Media Valle

Cene, le spiegazioni del Sindaco sul “focolaio Covid”

Focolaio a Cene: l'avviso sul pannello del Comune. Questa sera il sindaco ha comunicato ai cittadini i chiarimenti sulla situazione venutasi a creare.

Un avviso tanto semplice quanto immediato: “Attenzione a Cene focolaio attivo Covid-19”. E’ questa la scritta apparsa questa mattina sul pannello del Comune di Cene, in media Valle Seriana. La stessa immagine del panello è stata condivisa dalla pagina Facebook del Comune.

La preoccupazione del sindaco è relativa al fatto che queste persone non appartengono allo stesso nucleo familiare. Anzi: coprono tutta l’estensione del comune di circa 4200 abitanti. Proprio il Comune di Cene un anno fa perdeva di Covid il sindaco Giorgio Valoti. “Adesso che parlo al telefono – ha concluso Moreni – vedo davanti al pannello delle persone senza mascherina. Spero che il messaggio arrivi forte e chiaro: la situazione sta peggiorando, i nostri comportamenti possono fare la differenza”.

I chiarimenti del sindaco

Per tranquillizzare e chiarire la situazione in paese nel giro di pochi giorni si è passati da zero contagi a poco meno di una decina. Questo fatto, confermato da medici, ha suggerito di richiedere alla cittadinanza la massima allerta, visto anche l’allentamento dell’attenzione rilevato negli ultimi tempi nonostante il cambio di colore ad arancione rinforzato. Focolaio significa “centro di diffusione” non ha nulla a che vedere con il numero dei contagi, ma ben evidenzia, nell’accezione che attualmente si dà al termine, lo stato in cui si trova il nostro paese. Mi preme ricordare che vige la limitazione allo spostamento delle persone ai casi di comprovata necessità. Nella funzione di sindaco che oggi ricopro in qualità di responsabile della municipalità ho ritenuto doveroso rendere nota la situazione senza troppi giri di parole e mi sento di ribadire l’invito alla massima prudenza.

Tutti i diritti riservati ©

6 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Scuola in presenza, revocata la possibilità per figli di personale...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!